Torta di briciole di Anna Moroni

Pochi minuti per un dolce che accontenterà tutti i palati, soprattutto quelli dei più piccini…

Semplici gli ingredienti ed anche la preparazione, seguiteli passo passo e il risultato sarà dei migliori.

400 g di farina;

130 gr di zucchero;

150 gr di burro;

mezza bustina di lievito per dolci;

1 uovo;

per la farcitura:

Crema al cioccolato o qualsiasi confettura.

 

Lasciate ammorbidire bene il burro. Unite alla farina tutti gli ingredienti ed otterrete un impasto diverso da una frolla normale. Sembrerà di ottenere tante briciole di diversa dimensione.

imburrate uno stampo di 26 – 28 cm, prendete l’impasto una manciata per volta  e schiacciatelo sul fondo creando una base di altezza omogenea. Su questo strato ben compattato spalmate la crema o la confettura in modo omogeneo.

prendete la restante parte dell’impasto di briciole e ricoprite il tutto in maniera uniforme.

infornate per 35 min a 180 gradi . Fate dorare per bene la superficie e fatela raffreddare per poi spolverizzarla con lo zucchero a velo.

Buon appetito!!!

Consigli per combattere l’insonnia

L’insonnia si manifesta frequentemente negli individui che fanno abuso di caffè,tè, tabacco oppure che siano stanchi per eccessive ore di lavoro. Nei bambini invece è frequente per infezioni acute, stitichezza, indigestione. Ci sono poi in entrambi i casi le insonnie provocate da cause inorganiche, dovute a preoccupazioni, strapazzi, stati d’ansia, errori igienici o semplicemente dovuti a un ritmo di vita molto disordinata.

La cura dell’insonnia è subordinata alla causa che la provoca e alla eliminazione delle concause, come freddo o caldo eccessivi, rumori etc. I consigli generali da seguire sono: mangiare a ore fisse durante la giornata, curando bene la masticazione;  la cena deve essere leggera, povera di carboidrati e accompagnata da bevande in quantità moderate; l’ora più adatta per andare a dormire è quella che coincide con la fase di digestione massima, cioè da un’ora e mezza a due ore dopo il pasto.

Prima di coricarsi è bene farsi una doccia o un bagno, la camera non deve essere troppo riscaldata, la finestra deve rimanere socchiusa in inverno e aperta d’estate. Sopprimere tutte le bevande e gli alimenti eccitanti quali caffè, tè, alcool, cioccolato, spezie e talora anche il fumo.

Per combattere l’insonnia, all’inizio si può ricorrere, e spesso con vantaggio, agli infusi di fiori di arancio, di camomilla, melissa, valeriana. Per i bambini che soffrono di insonnia, curare l’igiene dell’ambiente, sopprimere i rumori, fare un bagno caldo, prima di coricarsi bere infusi di camomilla o di fiori di arancio.

Fra i rimedi sintomatici contro l’insonnia, quelli più in uso sono i farmaci ipnotici che però devono essere presi soltanto sotto prescrizione medica per non incorrere in pericolosi errori o in abusi sempre nocivi. Inoltre gli ipnotici a base di oppio danno facilmente assuefazione  e quindi, per avere effetto, inducono l’insonne a prenderli in dosi sempre più alte. In particolare, gli ipnotici non devono mai essere somministrati a persone nervose o a quelle affaticate.

Infine per quanto riguarda i tranquillanti, essi non hanno alcuna attività ipnotica, ma in alcuni casi possono essere utili.

Come individuare la stella polare

La maggior parte delle stelle sorgono e tramontano, ma ce n’è una che ritroviamo quasi sempre allo stesso punto ogni sera e durante tutta la notte che prende il nome di Stella Polare.

La rotazione della Terra su se stessa fa in modo che le altre stelle sembrino spostarsi, ma la Stella Polare non si muove ai nostri occhi perchè si trova nella direzione dell’asse terrestre, quasi esattamente sopra il Polo Nord.

La stella polare fa parte di un gruppo di stelle chiamate Orsa Minore o Piccolo Carro ed è l’ultima all’estremità del timone. Nell’ Orsa Maggiore o Grande Carro, le due stelle posteriori dette le Guardie, posso aiutare ad individuarla nel cielo; infatti prolungando una linea immaginaria che le unisce, si arriva alla stella polare  (come mostrato schematicamente su nell’immagine).

Vi sono molte stelle più grandi della stella polare, ma nessuna più importante di essa, basti pensare che quando ancora non esisteva la bussola ha guidato per secoli viaggiatori a trovare i punti cardinali. A sud dell’ Equatore non si vede, però si vede una costellazione formata da quattro stelle disposte a croce denominata Croce del Sud che sta all’incirca sopra il Polo Sud e indica quindi in modo approssimativo la direzione opposta alla stella polare.

Osservando la stella polare non ci si può solamente orientare, ma possiamo anche sapere a quando distiamo dall’Equatore.

Più si va verso nord, più la stella polare è alta nel cielo. Appena a nord dell’Equatore, essa si trova sopra l’orizzonte settentrionale.

A metà strada tra l’Equatore e il Polo Nord, essa si trova a metà strada fra l’orizzonte e lo Zenit.

Al Polo, essa si trova esattamente allo Zenit.

 

Lo Zenit in pratica è il punto del cielo situato verticalmente sopra un punto della Terra.

HTTPS – come attivarlo su Gmail, Facebook e Twitter

HTTPS sta per Hypertext Transfer Protocoll Secure ed è un protocollo sicuro adottato per il Web, che crittografa tutti i dati e le informazioni che vengono scambiati tra il nostro Pc e il sito web che stiamo visitando.

Questo protocollo aiuta in modo significativo a limitare e prevenire le operazioni di hacking sulla rete che potrebbero minacciare i nostri dati personali, anche se non è garantito che un sito web con protocollo https attivato sia privo di minacce e sicuro al 100%.

Nella maggior parte dei casi tale protocollo viene utilizzato automaticamente da siti che offrono servizi di Banking online, oppure su quei siti dove è possibile effettuare acquisti online. In altri casi invece alcuni siti come Facebook, Twitter e Gmail permettono di impostare manualmente la navigazione con protocollo sicuro https.

Per attivare https su Gmail:

  1. Entrate con le vostre credenziali di accesso su Gmail
  2. Cliccate nell’angolo superiore destro sull’immagine che somiglia ad un    ingranaggio, e scegliete Impostazioni Email dal menu a discesa
  3. Sotto la dicitura Connessione Browser cliccate sulla casella Utilizza Sempre HTTP
  4. Infine andate a fondo pagina e salvate le modifiche appena fatte

Per attivare https su Facebook:

  1. Entrate con le vostre credenziali in Facebook
  2. Cliccate sul menu Account in alto a destra e nel menu a discesa che si aprirà selezionate Impostazioni Account
  3. Nella pagina aperta, in corrispondenza della voce Account di Sicurezza sotto l’account di protezione fate cambia
  4. Selezioniamo la casella di spunta Naviga in Facebook su una connessione https
  5. Clicchiamo su salva

Per attivare https su Twitter:

  1. Accediamo con il nostro account
  2. Clicchiamo sulla voce Nome Account in alto a destra
  3. Clicchiamo su Impostazioni
  4. Scorriamo la pagina fino in fondo e selezioniamo la casella Usa sempre Https
  5. Clicchiamo su salva

 

La crema pasticcera senza grumi!!!

Seguite questi semplici consigli e preparerete una crema mai vista prima!

Ingredienti:

4 tuorli d’uovo,

100 g di zucchero,

75 g di farina,

1 bustina di vanillina,

500 ml di latte,

limone.

 

Prendete una casseruola dal fondo abbastanza spesso, metteteci dentro i tuorli e lo zucchero, create una bella spuma. Unitevi la farina e una volta terminata cominciate ad aggiungere, poco alla volta, il latte. Ora accendete il fornello e lasciate andare il fuoco lento mescolando sempre (mi raccomando, è questo il passaggio fondamentale). Quando la nostra crema sarà diventata densa toglietela dal fuoco e se ai vostri occhi dovesse comparire qualche grume passatela con lo sbattitore elettrico (quello con le fruste!). Sarà perfetta!!!

Due gocce di aroma al limone completeranno il tutto o se non ne avete, andrà benissimo anche immergervi la scorza di un limone (possibilmente non trattato).

Ed ora??? leccatevi i baffi!!

 

Pan di Spagna – ricetta base

Ingredienti occorrenti:

sei uova

200 gr. di zucchero

una bustina di vanillina

una scorza grattugiata di mezzo limone

100 gr. di farina più quella necessaria per infarinare

70 gr. di fecola di patate

25 gr. di burro.

 

Procedimento:

Rompete le uova, raccogliendo i tuorli e gli albumi in due terrine diverse. Unite ai tuorli lo zucchero, la vanillina ela scorza di limone grattugiata.

Montate gli ingredienti con lo sbattitore elettrico o con la frusta a mano, fino a che avrete ottenuto una crema gonfia e spumosa.

In un’altra terrina mescolate insieme la farina con la fecola. Montate a neve densa gli albumi, sempre con lo sbattitore o con la frusta a mano.

Incorporate qualche cucchiaiata di albumi montati alla crema di tuorli, mescolando con delicatezza dal basso verso l’alto con un cucchiaio di legno.

Quindi unite a piacere, e poco alla volta, la farina mescolata con la fecola. Continuate ad alternare gli ingredienti, sempre in piccole quantità e lavorando delicatamente, fino ad averli esauriti.

Ora imburrate uno stampo da 24-26 centimetri di diametro, infarinatelo ( per eliminare l’eccesso di farina, scuotete lo stampo e capovolgetelo ), quindi versatevi l’impasto.

Fate bene attenzione che lo strato di crema sia uguale in tutti i punti dello stampo, altrimenti il pan di Spagna sarà più alto da un lato e più basso dall’altro. Inoltre sbattete lo stampo sul piano di lavoro, in modo che l’impasto si assesti bene e non vi restino dei vuoti d’aria interni.

Introducete lo stampo in forno e fate cuocere il pan di Spagna per 30-35 minuti a 180 gradi. Trascorso il tempo indicato, sformate il pan di Spagna sopra una gratella coperta con un canovaccio e fatelo raffreddare completamente.

Il dolce è servito, buona degustazione.

Nocciolata

Ingredienti occorrenti:

50 gr. di nocciole sgusciate

mezzo bicchiere di panna da montare

300 gr. di farina più quella necessaria per infarinare

100 gr. di zucchero

tre uova

220 gr. di burro

due cucchiai di rum

una bustina di lievito vanigliato

 

Procedimento:

Pestate finemente in un mortaio le nocciole sgusciate e spellate, mettetele in una ciotola e unitevi la panna liquida, mescolando dolcemente.

Mettete in una terrina la farina, lo zucchero, le uova, 200 grammi di burro ammorbidito e tagliato a pezzetti e il rum ed impastate energicamente fino ad ottenere un composto morbido e liscio.

Aggiungete il lievito e amalgamatelo all’impasto; unite la crema di nocciole ed incorporatela bene alla pasta.

Ungete e infarinate leggermente una tortiera e versatevi il composto; fate cuocere in forno caldo, a 200 gradi, per circa 40 minuti.

Lasciate raffreddare la nocciolata e poi sformatela. Buona degustazione.

Gestire e proteggere al meglio le proprie password

Tutti noi ormai siamo consapevoli che utilizzare password semplici e troppo scontate da scoprire, come la nostra data di nascita oppure il nome di un nostro caro o del nostro animale domestico è una cosa stupida, che può causare conseguenze disastrose nel caso in cui venissero scovate e utilizzate da persone malintenzionate.

Infatti gli hacker per entrare nel vostro account non fanno altro che sfruttare come prima cosa la tecnica del Dictionary Attack, che non fa altro che provare a ripetizione le parole di un comune dizionario per indovinare la password che avete scelto.

Allora come fare ? Semplice.

Prima di tutto non usate parole standard come vostre password e per ogni vostro singolo account, utilizzate password diverse tra di loro e con una lunghezza di caratteri il più lunga possibile.

Provate a creare una combinazione di numeri, lettere minuscole e maiuscole e simboli. Non vi limitate soltanto a sostituire singole lettere con il simbolo per esempio della chiocciola al posto della A, un trucco che sta diventando troppo di uso comune.

Se da una parte più complessa sarà la vostra password e più sicura sarà, dall’altra sarà più difficile ricordarla; quindi sforziamoci di crearla in modo che saremo in grado di ricordarla a memoria, seguendo un certo discorso logico a cui solo noi stessi saremo in grado di arrivarci in qualche modo.

Ricordare più password complesse a memoria però risulta un’impresa ardua, ecco che ci viene in aiuto un software di gestione password gratuito di nome KeePass che funziona sia su sistemi operativi Windows che MacOs.

Attraverso questo semplice ma potente programmino disponibile anche nella versione portabile, saremo in grado di gestire tutte le nostre password conservandole in un unico archivio protetto da algoritmi di cifrature molto potenti attraverso cui si potrà accedere con una sola e unica password che non dovremo mai dimenticare per la sua irrecuperabilità.

Proteggere il proprio smartphone

La tecnologia negli ultimi anni sta facendo passi da gigante e se usate il vostro smartphone, così come usate il vostro computer, quasi sicuramente esso conterrà una miriade di informazioni personali, indirizzi email, foto, contatti, applicazioni per i social network più famosi.

L’insieme di tutti questi dati personali presenti sul vostro smartphone, diventano un piatto prelibato per gli hacker e i criminali informatici, ed è per questo motivo che il cellulare oggi giorno si sta delineando come il futuro grande campo di battaglia della sicurezza.

I telefoni con a bordo il neo sistema operativo Android sono già presi di mira da Trojan e altri tipi di malware mobile.

Inoltre la maggior parte dei possessori di smartphone, ancora non pensano ai loro telefoni come veri e propri computer portatili e di conseguenza non adottano le stesse precauzioni di sicurezza, che adotterebbero per un computer normale.

Quindi se non avete ancora scaricato un’applicazione per la sicurezza sul vostro telefono Android, muovetevi a farlo; sono disponibili antivirus gratuiti per Android, come Lookout Mobile Security che permette oltre la scansione di malware, anche la cancellazione dei dati personali che avete sul telefono da remoto (funzione molto utile in caso di smarrimento del cellulare) e il tracking GPS per la localizzazione del dispositivo nel mondo. Un altro valido antivirus è WaveSecure di McAfee.

Per i possessori di Iphone invece la cosa è un pò diversa  in quanto se si installano solo le applicazioni proprietarie dell’Apple Store, non dobbiamo preoccuparci troppo di rimanere infettati da malware mobile, anche se è sempre possibile che qualcosa vada storto.

E comunque sia,  anche Apple mette a disposizione dei propri clienti, servizi come Trova il mio Iphone, presente al seguente indirizzo http://www.apple.com/it/iphone/features/find-my-iphone.html attraverso il quale si può bloccare e cancellare in remoto i dati memorizzati sul vostro melafonino, tracciare l’iphone tramite GPS oppure inserire a distanza un codice di accesso per far apparire un messaggio sullo schermo con un suono di allarme.

Un consiglio utile da seguire nella scelta di un buon antivirus per il vostro smartphone è quello di affidarsi sempre e comunque a marchi e nomi più gettonati, onde evitare di incappare in false applicazioni per la sicurezza che in realtà non sono altro che malware pronti ad infettare il vostro dispositivo.

 

 

Crostata di ricotta

Ingredienti occorrenti:

300 grammi di farina

150 grammi di zucchero

150 grammi di burro

un uovo e un tuorlo

per il ripieno :

300 grammi di ricotta

150 grammi di zucchero

2 uova

100 grammi di amaretti

un bicchierino di rum

150 grammi di frutta candita mista

50 grammi di uva passa

e inoltre :

poca farina

poco burro

e pan grattato

 

Procedimento:

Disponete la farina a fontana sulla spianatoia, spolverizzatela con lo zucchero e mettete nell’incavo centrale il burro morbido a tocchetti, l’uovo intero e il tuorlo.

Intridete dapprima gli ingrediente con la punta delle dita, poi lavorateli rapidamente fino ad ottenere una pasta omogenea, che metterete a riposare in frigorifero per un’ora.

Intanto preparate il ripieno: setacciate la ricotta in una terrina, unitevi lo zucchero e i due tuorli e montate il tutto a crema.

Riducete gli amaretti in polvere e uniteli alla ricotta insieme al rum, la frutta candita tagliata a pezzettini, l’uvetta fatta rinvenire in acqua calda e ben strizzata e un albume montato a neve; amalgamate tutto con cura.

Riprendete la pasta dal frigorifero e mettetene da parte un terzo che vi servirà per la copertura.

Stendete il resto sulla spianatoia infarinata, in un disco sufficientemente grande per rivestire interamente uno stampo con il bordo sganciabile.

Imburrate abbondantemente la tortiera, cospargetela di pan grattato e adagiatevi la pasta, ripiegando a cordoncino quella in eccedenza.

Spalmate sulla pasta il composto di ricotta, livellandolo bene con un cucchiaio. Stendete anche la pasta messa da parte e, con una rotella dentellata, ricavatene delle strisce, che disporrete a grata sulla ricotta, appoggiandole con le estremità sul bordo di pasta.

Cuocete la crostata in forno caldo a 180 gradi, per 35-40 minuti. A cottura ultimata, sfornatela e, dopo aver sganciato il bordo dello stampo, fatela scivolare su una gratella per dolci.

Lasciatela raffreddare prima di servire. Buona degustazione.