Risotto GOLOSO con ZUCCHINE

Le zucchine, ingrediente economico e ricco di importanti proprietà nutritive. Il riso, carboidrato  fondamentale nella dieta orientale.

Un connubio perfetto!

Questa ricetta è estremamente veloce,  ottima anche nella versione con vari formati di pasta.

Come si prepara? Vi occorono, per 4 persone :

3 zucchine;

400 gr di riso;

pancetta affumicata a dadini;

un bicchiere di vino bianco;

una noce di burro;

olio d’oliva;

una cipolla o uno scalogno;

parmigiano grattuggiato;

Brodo vegetale.

Il procedimento:

 

 

Tagliate la cipolla in modo sottile, mettetela a soffriggere in padella insieme alla pancetta affumicata.

Aggiungete le zucchine tagliate a dadini e fate cuocere il tutto a fuoco lento per una quindicina di minuti. A questo punto aggiungete il burro , fatelo sciogliere, unite il riso , il bicchiere di vino e fate tostare il cereale.

Quando avrà assunto un colorito dorato aggiungete il brodo precedentemente preparato (va bene anche quello con il dado). Rispettate i tempi di cottura del riso e aggiungete, un mestolo alla volta, la restante parte di brodo. Quando il volume del tutto si sarà pressapoco raddoppiato vorrà dire che il nostro risotto è quasi pronto.

Spolveriamo con il parmigiano e se siete amanti della scamorza affumicata (io la adoro!) potete aggiungerne qualche pezzetto .

un pizzico di pepe  per completare l’opera ed il nostro piatto è pronto!

Non mi resta che augurarvi buon appetito!!

 

 

 

 

Ferrero rocher a modo mio

Volete un dolce gradito sia a grandi che bambini? Che si prepari in meno di 10min e possa essere conservato per giorni in congelatore ?
Anche se non siete delle cime in cucina, farete una gran bella figura. Io li ho chiamati Ferrero Rocher, c’è chi le chiama “palline di riso soffiato”, chi “Bocconcini alla Nutella”. Cambia solo la forma, non la sostanza.
Ecco la ricetta:

200 gr di Nutella o qualsiasi crema spalmabile alla nocciola;
175 gr di riso soffiato ( tipo “Coco Pops”);
Pirottini o carta alluminio;
1 noce di burro;

Prendiamo  una pentola bella larga e ci mettiamo dentro la noce di burro, la lasciamo fondere e a quel punto ci versiamo dentro la crema alla nocciola che dovrà raggiungere una consistenza fluida, poco gestibile con il cucchiaio. Attenzione a non farla rapprendere sul fondo, il fuoco va spento due minuti dopo aver versato la  Nutella.
Svuotiamo il nostro riso soffiato nella stessa pentola e mescoliamo il tutto fino a rendere il composto omogeneo.
Con l’aiuto di un cucchiaino prendiamo una quantità di composto , che ora sarà gestibile, e lo mettiamo nei pirottini creando una sorta di pallina( se non li avete, usate dei fogli di alluminio tagliati a quadrato e avvolgete il tutto come se stesse richiudendo un vero Ferrero Rocher!) . Se avete anche delle nocciole tostate potreste aggiungerne una su ogni pallina. Sistemiamo i dolcetti su un vassoio, poniamo il tutto in congelatore per una quindicina di minuti, il tempo che la cioccolata si indurisca. Ecco a voi una vera delizia croccante e semplice da preparare.
L’ultimo consiglio è quello di acquistare i vostri ingredienti in un discount, risparmierete ma farete ugualmente un figurone;).

La pasta e fagioli della nonna

Ecco qui una ricetta secolare che nella sua semplicità accontenta tutti i palati : la vera pasta e fagioli.

L’ho provata con tutte le qualità di legume (tondini , borlotti, cannellini) e devo dire che è speciale in ogni modo.

La ricetta che tramanda la nonna però a mio avviso avrà sempre successo e ve la propongo qui di seguito, anche perchè con l’aggiunta del cotechino diventa SERIAMENTE un piatto unico (in tutti i sensi  )  :-) .

Ingredienti per 4 persone :

200 gr di fagioli secchi o in scatola (io preferisco i cannellini)

250 gr di pasta (quella che preferite, io uso le mafalde o la classica pasta mista)

2 cotechini;

2 spicchi d’aglio;

olio d’oliva;

sale;

pepe;

sedano;

origano;

peperoncino;

carota;

100 gr pomodorini /pomodori  pelati in scatola;

Per prima cosa se i fagioli sono quelli secchi  vanno in ammollo per 12 ore in acqua e bicarbonato ( quindi conviene prepararli la sera prima)!

La mattina seguente vanno lavati e messi a bollire per almeno 40 min in acqua senza  sale che invece aggiungeremo a fine cottura.

Nel frattempo, in una bella pentola (meglio se di terracotta!),  soffriggiamo il sedano, il peperoncino e la carota a pezzettini con gli spicchi d’aglio che una volta dorati andranno tolti.

Saltiamo i cotechini (che prima, se vi và, potete sgrassare in acqua bollente) facendoli soffriggere nel nostro miscuglio.

A questo punto aggiungiamo i pomodori, lasciamo cuocere 5 min e aggiungiamo i fagioli con la loro acqua di cottura .

Lasciamo cuocere per una ventina di minuti e allunghiamo con dell’acqua che andrà salata al punto giusto. Caliamo la pasta e non attendiamo il reale tempo di cottura. Se ad esempio i tempi sono di 8 minuti, a 6 potremmo già spegnere e lasciare il tutto a riposare per una decina di minuti.

Durante la cottura non dimenticate di girare  il tutto, facendo attenzione a non spappolare i fagioli  (anche se personalmente preferisco più la crema che i legumi interi).

Se vi avanza un po’ di scorza di Parmigiano o Grana tagliatela a tocchetti e aggiungetela a cottura ultimata, aggiustate di sale e pepe e………..

BUON APPETITO!!!

 

 

 

OLYMPE DE GOUGES, UNA INTERFERENZA FEMMINISTA.

 

“Uomo, sei capace di essere giusto? E’ una donna che ti pone la domanda; tu non la priverai almeno di questo diritto. Dimmi? Chi ti ha concesso la suprema autorità di opprimere il mio sesso? La tua forza? Il tuo ingegno? Osserva il creatore nella sua saggezza; scorri la natura in tutta la sua grandezza, di cui tu sembri volerti raffrontare, e dammi, se hai il coraggio, l’esempio di questo tirannico potere.” E’ in questo modo che si apre, con toni di sfida, la Dichiarazione dei Diritti della Donna e della Cittadina di Olympe de Gouges, una drammaturga che vive durante la passionale rivoluzione francese. La sua attenzione letteraria è rivolta al teatro ma questa combattiva donna si dedica con sorprendente convinzione e fervore alla difesa dei diritti delle donne. Nel Settembre del 1971, rivolgendosi a Maria Antonietta, redige la “Dèclaration des droits de la femme et de la citoyenne”. Il titolo dell’opera fa già capire che si tratta di una imitazione critica della famosa Dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino del 1789. La de Gouges rivendica la parità di uomini e donne affermando all’articolo I della Dichiarazione che “La Donna nasce libera ed ha gli stessi diritti dell’uomo”; la stessa “Nazione” è concepita come “riunione della donna e dell’uomo”. Il principio dell’uguaglianza dinanzi alla legge, che al giorno d’oggi sembra quasi essersi affievolito, percorre tutta l’opera, costante, chiaro, autoritario. Olympe si occupa addirittura di pubblica amministrazione e di imposte sostenendo, negli ultimi articoli della Dichiarazione, che “Per il mantenimento della forza pubblica e per le spese dell’amministrazione, i contributi della donna e dell’uomo sono uguali”, che “La massa delle donne, coalizzata nel pagamento delle imposte con quella degli uomini, ha diritto di chiedere conto ad ogni pubblico ufficiale, della sua amministrazione”. Purtroppo il suo stesso spirito combattivo e la sua idealistica lotta la portano a subire pregiudizi, derisioni e la condanna alla ghigliottina (soprattutto per il suo attacco al regime di Robespierre). Ma anche nel momento della fine, secondo varie testimonianze dell’epoca, Olympe sale al patibolo senza alcun timore, con grande coraggio e dignità. Il maschilismo imperante ha continuato a dipingerla come prostituta per anni dopo l’esecuzione fino alla Seconda Guerra Mondiale quando la sua figura è stata finalmente studiata, discussa e rivalorizzata. Una donna “passata” il cui ricordo non può che inorgoglire ogni donna “moderna”, sensibilizzare e infervorare gli animi.

Conad – raccolta punti e veri vantaggi.

Pochi giorni fa’ si è chiusa la campagna punti CONAD dove è stato possibile accumulare il bonus delle nostre spese dal 2008 fino al 27 Marzo 2011.

Non voglio certamente pubblicizzare la catena ( che già da sola lo fa’ sulle nostre reti tv nazionali) ma andare incontro al cliente essendo anch’io una consumatrice.

Il grosso marchio propone sempre delle ottime offerte, alle volte ho acquistato anche le carni e posso dire che non c’è da lamentarsi nonostante sia abituata ai prodotti “paesani” e ami comprare altrove le mie proteine :).

Se però vi dovesse capitare una cena improvvisa e vi trovate proprio alla CONAD, non vi preoccupate, state tranquilli.

Ma veniamo a noi: cosa c’è di veramente vantaggioso, come dice la canzoncina dello spot, “sotto questo cielo” ?

Girando supermercati a non finire , dalla COOP al CARREFOUR, SIDIS, DECò, FUTURA.. devo spezzare una lancia a favore della CONAD! La sua nuova strategia di raddoppiare i punti ( superati i 25 € di spesa) tutti i martedi e venerdi, non è niente male.

Pensateci bene: la spesa è per tutti noi un obbligo quotidiano, di questi tempi inoltre dobbiamo per forza acquistare al supermercato (perchè il risparmio si vede e si sente) . A questo punto perchè non  scegliere proprio quei due giorni alla settimana cercando di accumulare più punti  possibile?

Il catalogo accontenta veramente tutti, grandi e piccini. Vi dirò di più : sapete da cosa è scaturita la voglia di informarvi ? Dal fatto che io stessa non sapevo di questa cosa e quindi non stavo attenta se fosse martedì o sabato, quando avevo voglia uscivo allo scopo di riempire il mio frigo. Cosa ho scoperto? se avessi badato a questo dettaglio  oggi avrei un piumone, una pentola ed un coperchio salvafreschezza in più. Tutti i bonus che ho perso avevano infatti l’equivalente in punti degli oggetti appena elencati.

Il mio consiglio? Se avete un punto vendita vicino casa vostra pensate anche a QUANDO andarci e ne vedrete ricompensa alla fine della prossima campagna regali .

Spero di essere stata utile!!!

Edison luce e gas

Quante volte ci siamo lamentati all’arrivo della bolletta bimestrale di luce e gas? E diciamoci la verità, per sentirci in pace con noi stessi, lanciavamo la colpa su figli e partner?

Oggi possiamo trovare una comoda e rapida soluzione e se intendiamo risparmiare qualcosina (e con i tempi che corrono è cosa ben gradita) non ci resta che provare Edison Luce&Gas.

La nuova compagnia leader nel settore energetico che, grazie alle sue centrali elettriche e di gas, (le più efficienti  ed ecologiche d’Europa ) e alla sua ormai affermata esperienza sia nella produzione che commercializzazione delle fonti di energia , offre un sistema innovativo e tecnologico con un solo scopo : tagliare i costi delle  nostre bollette!

Passare ad Edison è estremamente semplice : non c’è bisogno di sostituire il nostro impianto, nessun tecnico invaderà la nostra casa e durante il passaggio i servizi non saranno mai interrotti, evitando così spiacevoli inconvenienti.

Basta chiamare il numero verde attivo 24h su 24h, 7 giorni su 7 oppure visitando il sito presente in rete.

Oltre a riscontrare vantaggi economici scoprirete che la lettura delle bollette non è mai stata così semplice : mettono in risalto quali sono stati i consumi effettivi e quindi quello che ci spetta pagare nel periodo indicato. Cosa aspettate?

Aloe Vera

“È tutto a posto. A bordo c’è dell’Aloe”, scriveva Cristoforo Colombo veleggiando verso il nuovo mondo. Il navigatore aveva, infatti, ribattezzato l’aloe “il dottore in vaso”, perché garante del benessere dei suoi marinai.
Fin dall’antichità numerose sono le testimonianze della conoscenza dell`Aloe, pianta succulenta originaria dell’Africa, utilizzata da sempre per coadiuvare il fisiologico benessere. Cleopatra e Nefertite, regine dell’antico Egitto, utilizzavano l’aloe vera per migliorare la propria bellezza e il proprio benessere.
L’aloe vera si prepara dalle foglie fresce, appena recise da alberi di appena 4 anni.
L’estrazione deve essere fatta nel minor tempo possibile e a temperatura ambiente, per evitare la degradazione enzimatica.
In genere le foglie si lasciano scolare lentamente per allontanare il succo giallognolo ricco di antranoidi.
La foglia viene lavata, aperta con un taglio longitudinale e dalla parte centrale si asporta, la sostanza gelatinosa che si disintegra in modo da ottenere un liquido viscoso, che viene successivamente filtrato e pastorizzato.
Vari studi si stanno succedendo per indagare le altre proprietà che da sempre gli sono state assegnate coadiuva:

– La fisiologica depurazione;
– La fisiologica eliminazione dei liquidi in eccesso;
– Il fisiologico benessere della pelle;
– Il fisiologico benessere del sistema immunitario;
– La fisiologica assimilazione degli alimenti

E’ lenitivo, tonificante e restitutivo. Grazie ai polisaccaridi e alle vitamine contenuti nel succo di Aloea Vera, dona una fresca sensazione di benessere alla pelle stressata da fattori esterni (sole, freddo, punture d’insetti), favorisce la rigenerazione dei tessuti e costituisce un ottimo elisir anti-età e di profonda idratazione.

  • pelli secche ed arrossate
  • scottature ed eritemi
  • azione antiossidante
  • punture d’insetto

Risulta essere quindi un prodotto molto versatile, soprattutto se volete alleggerire una crema troppo pesante o semplicemente per sostituire la vostra crema idratante!

 

Risultati, Marcatori e Classifica Serie A 32a Giornata


BARI – CATANIA 1-1
33′ Gazzi (B), 44′ Maxi Lopez (C)

BOLOGNA – NAPOLI 0-2
29′ Mascara, 45′ rig Hamsik

CAGLIARI – BRESCIA 1-1
22′ Cossu (C), 64′ Caracciolo (B)

INTER – CHIEVO 2-0
68′ Cambiasso, 86′ Maicon

JUVENTUS – GENOA 3-2
7′ aut Bonucci (J), 51′ Pepe (J), 57′ Floro Flores (G), 64′ Matri (J), 84′ Toni (J)

LAZIO – PARMA 2-0
22′ Hernanes, 76′ Floccari

PALERMO – CESENA 2-2
5′ Kurtic (P), 36′ Pinilla (P), 95′ Parolo (C), 97′ Giaccherini (C)

SAMPDORIA – LECCE 1-2
39′ Di Michele (L), 67′ Olivera (L), 70′ Maccarone (S)

UDINESE – ROMA 1-2
57′ rig Totti (R), 87′ Di Natale (U), 95′ Totti (R)

FIORENTINA – MILAN

8′ Seedorf (M), 42′ Pato (M), 79′ Vargas(F)

Classifica

1. MILAN 68
2. NAPOLI 65
3. INTER 63
4. LAZIO 57
5. UDINESE 56
6. ROMA 53
7. JUVENTUS 51
8. PALERMO 44
9. CAGLIARI 43
10. FIORENTINA 42
11. BOLOGNA (-3) 40
12. GENOA 39
13. CHIEVO 36
14. CATANIA 36
15. LECCE 34
16. SAMPDORIA 32
17. PARMA 32
18. CESENA 31
19. BRESCIA 30
20. BARI 21

Come misurare la velocità Internet del proprio Adsl

Ci siamo sempre chiesti come fare a misurare la velocità di connessione del nostro Adsl, per verificare se effettivamente la banda offerta da contratto dal nostro provider di servizi rispettasse i valori standard indicati. Per fare ciò esiste uno strumento molto utile presente sul sito web www.misurainternet.it che ci viene in aiuto : il suo nome è  Ne.Me.Sys. Dopo una breve registrazione , una volta ricevuta una chiave di licenza personale, Ne.Me.Sys.  permette di misurare con certezza  l’ampiezza di banda della nostra connessione Internet. Questo servizio non è il solito speed test che si trova su diversi siti presenti in rete, infatti poiché  certificato dall’ AGCom, l’autorità garante per le comunicazioni italiane, nel caso in cui l’utenza verificasse che la performance della propria banda non corrisponda effettivamente a quella offerta dal proprio provider di servizi, può presentare reclamo alla relativa società e utilizzare le misure rilevate  come prova di inadempienza contrattuale. Può quindi richiedere all’operatore del servizio, il ripristino dei valori standard da contratto, pena recessione dello stesso.

Il tutto  senza il rischio di pagare penali aggiuntive. Lo scopo di tale strumento è quello di incentivare i vari provider italiani ad offrire  un servizio giusto ed equo , commisurato a quanto effettivamente pagato e riportato da contratto. Quindi, se avete dei dubbi e riscontrate qualcosa che non va nella vostra velocità di connessione  Internet, non esitate ad utilizzare questo utilissimo  programma. Chissà, magari scoprirete qualcosa di cui avevate sospetto ma che fino ad ora non potevate dimostrare. Buona verifica!

Novità in Internet Explorer 9

Con l’avvento del nuovo browser per la navigazione su Internet di casa Microsoft, si è rivoluzionato del tutto l’approccio a cui eravamo abituati del navigare su Web, evitando tutte quelle inutili schede, pulsanti, caselle e campi che distoglievano l’attenzione dell’utente dai loro reali obiettivi riducendo cosi al minimo indispensabile l’interfaccia grafica. Promuovendo quelle scelte, che già da tempo sono state intraprese dai suoi diretti concorrenti come Chrome e FireFox. Internet Explorer 9 utilizza l’intero Pc, facendo concentrare l’utente solo e soltanto sui siti web visitati, offre un supporto maggiore per l’ HTML 5 e si integra perfettamente con il nuovo sistema operativo Windows Seven. Tra le maggiori e più importanti novità introdotte ci sono:

  • un widget che dà la possibilità di aggiungere alla barra degli strumenti di windows, un link diretto ai siti web preferiti, che fra l’altro fa cambiare colore alla barra adattandosi a quello della pagina web aperta.
  • la possibilità di aggiungere nella JumpList, applicazioni compatibili con IE9,  sviluppate ad hoc per eseguire operazioni più velocemente con un semplice click, come l’apertura della propria posta su Gmail o accedere alla propria bacheca su Facebook.
  • IE 9 integra una pagina web, che si aggiorna con le pagine visitate abitualmente dall’utente a seconda di un indicatore di frequenza. Così facendo,  un utente può in una nuova scheda, aprirne una chiusa in precedenza, avviare sessione di navigazione anonima o recuperare sessioni precedentemente abbondanate.
  • la funzionalità onebox, che permette di avere in una sola barra di strumenti, tutto ciò che serve ad un’internauta e cioè la barra degli indirizzi, la caselle per effettuare le ricerche, per la consultanzione della cronologia e la gestione dei propri siti preferiti.

Una cosa è certa, questa nuova edizione di browser di casa Microsoft  non l’avevamo mai vista prima, quindi non ci resta che provarla e decretare se effettivamente arrivi ai livelli di Chrome e Firefox, che per tanto tempo abbiamo preferito rispetto a tutti gli altri browser.